Consigli sull’acquisto di una smerigliatrice

Dalle officine di lavorazione ai costruttori di utensili e stampi, la smerigliatura di superficie è un’importante tecnologia di lavorazione, indipendentemente da ciò che si produce. Sia che venga utilizzata per squadrare un punzone, per affilare un utensile da taglio o per dare una forma precisa all’acciaio per utensili, ogni officina dispone di almeno una smerigliatrice di superficie. Forse avete un modello completamente automatizzato, o forse si lavora con una smerigliatrice a mano degli anni ’70 … In entrambi i casi, sarebbe impossibile svolgere molte attività di lavoro quotidiano in officina senza queste macchine indispensabili. Nonostante la loro familiarità, tuttavia, siete sicuri di sfruttare appieno i vantaggi di questa compagna di officina? Ecco un’indicazione su come ottenere il massimo dalle vostre operazioni di smerigliatura in superficie. 

Source: www.migliore-smerigliatrice.info

Ruote e mole

Comprensione delle applicazioni delle mole da smerigliatura.

Cominciamo dalle ruote: Esiste una varietà sconcertante di graniglie, abrasivi, meccanismi di incollaggio e forme, e alcuni negozi potrebbero accontentarsi di una ruota per uso generale piuttosto che studiare quale delle molte combinazioni funzionerà meglio per una specifica applicazione. Ecco cosa bisogna capire per rendere la levigatura delle superfici un processo efficiente ed efficace.

Gradi della mola: una mola di grado H relativamente “morbida” è preferibile per la smerigliatura di materiali più duri, mentre un grado J o K (che sono più duri) potrebbe essere più adatto per materiali morbidi. Il fatto di impiegare qualche minuto per passare dall’uno all’altro potrebbe fare un’enorme differenza nel numero di pezzi seduti in panchina alla fine della giornata.

Dimensione della ruota della graniglia:  quando si rimuovono grandi quantità di materiale, utilizzando una graniglia da 120 o più grossa si ottiene il lavoro più rapidamente rispetto, ad esempio, ad una ruota con graniglia da 150. E mentre le mole in ossido di alluminio con legante vetrificato sono la soluzione ideale per lavori di uso generale, le officine che smerigliano l’acciaio indurito per utensili e altri materiali difficili dovrebbero considerare l’opportunità di investire in una mola in ceramica con legante in resina o in CBN.

Per concludere, questi esempi sono una semplificazione grossolana, poiché le prestazioni di qualsiasi mola da smerigliatura dipendono da una varietà di fattori, tra cui il tipo di abrasivo, il materiale da tagliare e quanto di esso viene rimosso. Il punto è ricercare le opzioni disponibili e non accontentarsi di una seconda scelta durante il processo di selezione della mola.

Leggi anche Il rasoio elettrico per non avere problemi alla pelle